Council of Egypt

ISBN: 185754434X
ISBN 13: 9781857544343
By: Leonardo Sciascia

Check Price Now

Genres

Biblioteca Currently Reading Default Italia Libri Narrativa Novela Para Ler Prioritário Sciascia To Read

About this book

Abbot Vella is a schemer who sets out to exploit the Sicilian aristocracy by making reference to a fictitious ancient Arabic chronicle that enhances the rights of some families and justifies the claim of Naples over the island community.

Reader's Thoughts

Nati Amitai

Starts out promisingly, but the one-dimnesional characterisations and self-satisfied, self-important attempts at profound social commentary worsen as the book goes on and often make it quite annoying. Mildly entertaining though.

Nikos Karagiannakis

Η πρώτη αντίδραση, διαβάζοντας αυτά που είναι γραμμένα στο οπισθόφυλλο, ήταν ότι πρόκειται για ενδιαφέρουσα υπόθεση που στηρίζεται σε πραγματικά γεγονότα. Μετά τις πρώτες 20 σελίδες, ο ενθουσιασμός μειώθηκε. Δεν ξέρω γιατί. Περίμενα ίσως μεγαλύτερη ένταση. Όσο περνούσαν όμως οι σελίδες, άρχιζε να μου αρέσει όλο και περισσότερο. Στο τέλος με συνεπήρε. Πολύ, πάρα πολύ κοφτερή γραφή και πηχτή ειρωνία σε διάσπαρτα σημεία. Θα ψάξω σίγουρα την υπόλοιπη βιβλιογραφία του.

Zoedriver

Amore per sempre per DeBlasi e Vella che si amano e si fanno amare <3

SCARABOOKS

E' una delle prime cose importanti di Sciascia, il suo secondo romanzo. E come in tutte le fasi embrionali, gli "stati nascenti", ci puoi veder tutto quello che sarà, come in un ecografo.C'è il potere suggestivo ed immaginifico della lingua intanto: una lettura che dà un piacere quasi fisico, di pelle. A tratti, godimento puro. C'è il pessimismo implacabile, ma militante, lucido e anticonformista nel guardare la Sicilia. E dentro la Sicilia, si sa, ci trovi sempre l'Italia tutta, con tutti i vizi ed i pregi esposti ed esasperati. C'è il sicilianissimo e universale tema del "nulla è come sembra", motore inesauribile di mondi e conoscenza.In poche pagine, la storia di tre imposture che si intrecciano. L'impostura inscalfibile della storia, solidificatasi nelle ricchezze e nei privilegi della nobiltà palermitana di fine settecento, che esercita un potere feroce (le pagine sulla tortura sono indimenticabili). L'impostura "allegra" di un abate realmente esistito, ironico manipolatore della storia, che si reinventò in falsi libri il passato, per il proprio vantaggio personale e per un regolamento cialtrone dei conti contro le ingiustizie del presente. L'impostura velleitaria degli ideali illuministici di un intellettuale vocato ad un progetto di futuro che altrove è possibile e che in Sicilia invece solo un imbroglio della mente può essere.E' la prima impostura che vince ovviamente. Lo scrittore di menzogne, l' idealista e con loro, la parola contenuta nei loro libri, scritti o letti, veri o falsi che siano, non possono che essere sconfitti. E incrociandosi, si guardano con una empatica e malinconica sfiducia reciproca. Leggere questo libro come una sorta di Manifesto di Sciascia dà un brivido in più. Lo sa e ce lo dice, all'alba della sua maturità di scrittore e di intellettuale: chi si affida ai libri e ci ripone dei sogni, nobili o meno che siano, davanti alla dura cristallizzazione dei "fatti" sempre una brutta fine fa. Ma questo poi è il destino ostinatamente perseguito da tutti i lucidi sognatori, nobili o cialtroni che siano. E lui, con noi, lo rivendica, orgogliosamente.

Chase Insteadman Mountbatten

Non so perchè avevo finora considerato Leonardo Sciascia uno di questi soloni italiani insopportabili; era in effetti un pre-giudizio perchè di lui conoscevo solo il nome e poco più.Qusto consiglio d'Egitto è molto divertente nonostante il serissimo tema della Sicilia baronale, fatta eccezione per le parti riguardanti la tortura.Alla deriva settentrionale della lingua italiana per cui l'inudibile e scorretto "ci vediamo settimana prossima" diventa corretto perchè sempre più usato anche fuori dal settentrione, bisognerebbe opporre una deriva meridionale della lingua.

César Lasso

Based on facts that actually happened in late 18th century Sicily, over a historiographic fraud, the read was entertaining but did not really carry me away.

Alberto García Marcos

Me habría encantado darle cuatro estrellas, porque siempre hay que animar a la gente a leer a Sciascia, pero es cierto que este libro no destaca especialmente dentro de su producción, tal vez por ser aún primerizo. Aún así, ahí están ya las señas de identidad del escritor, tanto en el alambicado estilo de escritura como en los temas abordados: Sicilia, el entramado religioso y político italiano, la violencia estructural, la tortura, el papel del arte y del individuo en la construcción social y su eterna lucha contra el funcionariado en sentido amplio.La novela acaba pareciendo un poco amorfa, con una primera parte muy centrada en un asunto y una segunda parte centrada en otro. Que sí, que hay relación entre ambos, pero parece que se ensamblan de forma poco orgánica. En todo caso, y dado que además se lee en un suspiro, es una lectura recomendable.

Share your thoughts

Your email address will not be published. Required fields are marked *